Come nasce un libro di scienza per bambini? giovedì 21 novembre lo racconta Giacomo Spillacci, Senior Editor di Editoriale Scienza

PORDENONE – Come nasce un libro di scienza per bambini, e cosa succede al testo, una volta entrato nella casa editrice? La domanda è intrigante e la risposta ci permette di “curiosare” nel backstage dell’editoria, nei meccanismi di ideazione e promozione di formidabili best seller che parlano ai giovani e giovanissimi, offrendo preziosi strumenti formativi. Sarà questo il tema del prossimo incontro in programma nell’ambito del progetto Viaggio dentro al libro”, ideato e organizzato da Fondazione Pordenonelegge con Fondazione Friuli. Appuntamento giovedì 21 novembre a Pordenone con Giacomo Spallacci, senior editor di Editoriale Scienza, che nel corso dell’incontro svelerà anche il segreto di un grande successo editoriale: la collana Teste Toste di Editoriale Scienza. Sarà una coinvolgente full immersion – dalle 15 alle 19 nella sede di Fondazione Pordenonelegge – rivolta a docenti, operatori, genitori e in generale a chi vuole approfondire le tappe di cura e promozione editoriale che “forgiano” i libri che ci attirano ogni giorno in vetrina o sugli scaffali. L’ultima parte dell’incontro si trasformerà in una coinvolgente sessione laboratoriale con simulazioni, esempi, pratiche da riproporre anche insieme ai ragazzi. Iscrizioni fino ad esaurimento dei posti disponibili, info sul sito www.pordenonelegge.it     tel. 0434.1573200  [email protected]

Viaggiare nel backstage di un’opera letteraria permette di capire cosa succede a un manoscritto quando arriva in una casa editrice: qual è il processo che porta alla pubblicazione di un libro e come si avvicendano molteplici figure professionali per la sua realizzazione, promozione e diffusione. «Per esempio, non posso dimenticare quello che ci è successo dieci anni fa: era il 2009 – ricorda Giacomo Spallacci – e il giornalista Federico Taddia organizzava incontri fra professori universitari e studenti delle medie. L’iniziativa diventò rapidamente un successo, così con Editoriale Scienza abbiamo deciso di farne un progetto editoriale. La prima autrice con cui mi sono trovato a lavorare è stata nientemeno che Margherita Hack. Intervistarla è stata una esperienza indimenticabile: mai visti tanti libri e tanti gatti! La successiva collaborazione con Roberto Luciani, illustratore, e Rado Jagodic, grafico, ha portato a progetti di divulgazione di qualità, con autori importanti come Telmo Pievani, Mario Tozzi, Valerio Rossi Albertini. Il valore di questo lavoro è stato riconosciuto dal mercato e dalla critica (premio Andersen 2013 per la divulgazione), nonché da editori internazionali (la collana è pubblicata in Cina e Corea). Insomma, una bella avventura che sta tuttora proseguendo: abbiamo appena pubblicato Perché la Terra ha la febbre?, il libro in cui Federico Taddia intervista la climatologa Elisa Palazzi sul futuro del nostro pianeta».

Fonte: Ufficio Stampa

Alla prossima 🙂

Davide Franchini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.